Sapete bene che siamo per l’acqua PUBBLICA, quella vera. Quella per cui siamo stati chiamati a votare e ci siamo espressi in 26milioni e spiccioli. (Nei video è presente la testimonianza di un costituzionalista che definisce senza ombra di dubbio la Ratio del Referendum sull’affidamento dei servizi pubblici locali, polverizzando qualsiasi interpretazione interessata dell’evento nazionale di maggiore rilievo dell’ultimo decennio, in termini di democrazia ed espressione della volontà popolare)

Mi sembra doveroso mettervi a parte del lavoro e della informazione che forniamo organizzando conferenze in collaborazione con i maggiori esponenti della difesa dei beni comuni.

Lo  scorso 5 giugno, nella prestigiosa sala Alessi del comune di Milano, si è svolto un convegno dibattito di cui questo è il resoconto e i contenuti:   http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/milano/2012/06/multiutility-del-nord–la-cittadinanza-deve-poter-discutere-di-questo-progetto.html

Qui trovate il video di sintesi della conferenza :

 

Il testo per chi volesse diffonderlo è questo:

 

COMUNICATO STAMPA http://bit.ly/Jtwgkm
Si sente parlare della creazione della grande Multiutility (una mega-azienda pubblico/privata, ma più privata che pubblica) per gestire l’energia e i servizi essenziali dei Comuni del Nord.
Il progetto prevede la fusione di A2A (Milano eBrescia), IREN (Genova, Torino,Piacenza, Reggio Emilia), HERA (Bologna), con l’inserimento anche di soggetti finanziari, da quotare in borsa e far partecipare a gare per la gestione dei servizi in giro per il mondo.
La Giunta di Milano non ne ha parlato, il Consiglio Comunale tanto meno, ma l’Assessore Tabacci e il City Manager Corritore presentano la Multiutility del Nord come cosa decisa.

Immagine : http://www.valori.it/moduli/giugno/multiutility_milano.pdf

La questione della “Grande Multiutility del Nord” discussa il 5 giugno nella sala Alessi di Palazzo Marino, rappresenta una di quelle complessità che è necessario comprendere bene in quanto riassume in se gli elementi di una strategia trasformista che questa giunta di Milano, che abbiamo fortemente voluto per segnare un cambiamento, sta praticando. (Emilio Molinari)

Modera. Fabio Tamburini (Direttore Radio24)

– Basilio Rizzo (Presidente Consiglio Comunale) (Presentazione e saluti istituzionali )
http://www.youtube.com/watch?v=xN94pDw-
2GU&list=PLA3A565BF18555C39&index=1&feature=plpp_video

– Giovanna Procacci (Comitato Milanese Acquapubblica) (introduzione e inquadramento del tema)
http://www.youtube.com/watch?
v=vsBccbKp2aQ&list=PLA3A565BF18555C39&index=2&feature=plpp_video

http://www.youtube.com/watch?
v=P2zUFSP8rMY&list=PLA3A565BF18555C39&index=3&feature=plpp_video

– Gaetano Azzariti (Costituzionalista)
Le motivazioni della Corte Costituzionale che hanno approvato i Quesiti referendari rendono inammissibile quanto si propone, poggia inequivocabilmente sulla RATIO dei quesiti per i quali si sono espressi 26 mln di Italiani.
Dopo due mesi ( 13 agosto 2011) dall’esito positivo dei referendum, con il decreto n. 138, veniva di fatto ripristinato l’art. 23/bis abrogato.
Non solo, ma anche il Governo “tecnico” Monti, dopo 7 mesi (Febbraio 2012) con altro
decreto “Crescitalia” all’art. 3 peggiorava ulteriormente dichiarando “virtuosi” i Comuni che avrebbero ceduto i servizi pubblici.
Approfondimento: le questioni di natura finanziaria del progetto e inquadrato lo stato attuale
http://www.youtube.com/watch?
v=c4ssewUf0bQ&list=PLA3A565BF18555C39&index=5&feature=plpp_video

http://www.youtube.com/watch?
v=C_gQ4ZcKqvg&list=PLA3A565BF18555C39&index=6&feature=plpp_video

– Valerio Onida (Costituzionalista)
http://www.youtube.com/watch?
v=3ssnejhrNTI&list=PLA3A565BF18555C39&index=7&feature=plpp_video

http://www.youtube.com/watch?
v=HwpHzzXMQK8&list=PLA3A565BF18555C39&index=8&feature=plpp_video

– Andrea Di Stefano (Economista, Direttore Rivista Valori)
Andrea Di Stefano – economista -direttore della rivista “VALORI” ha motivato le ragioni debitorie delle aziende per le quali si dice sia necessaria l’operazione.

L’ideatore dell’operazione “Grande Multiutility” è suggerita dal ministro Passera che, prevedendo il sostegno finanziario della Cassa Depositi e Prestiti, manterrebbe l’agibilità del Governo sulla manovra lasciando ai Comuni qualche soldo di utili eventuali, deresponsabilizzandoli dei loro compiti istituzionali.

Approfondimento
http://www.youtube.com/watch?v=j8pLS3-
GkAs&list=PLA3A565BF18555C39&index=9&feature=plpp_video

Interventi programmati:
– Consiglieri Comunali

Sonego 
http://www.youtube.com/watch?
v=P2KuJW1kMQk&list=PLA3A565BF18555C39&index=11&feature=plpp_video

Calise
http://www.youtube.com/watch?
v=f6sLny67DOA&list=PLA3A565BF18555C39&index=14&feature=plpp_video

– Vincenzo Greco (Segretario Filctem-Cgil Milano),
http://www.youtube.com/watch?v=NyGFm69le-
c&list=PLA3A565BF18555C39&index=12&feature=plpp_video

– Mario Agostinelli (Energia Felice),
– Damiano Di Simine (Legambiente),ARCI-MI,
http://www.youtube.com/watch?v=rABqkQ-
d3JI&list=PLA3A565BF18555C39&index=13&feature=plpp_video

– Rosario Lembo (Comitato Italiano Contratto Mondiale sull’Acqua Onlus)
http://www.youtube.com/watch?
v=4J6ixdnmcGY&list=PLA3A565BF18555C39&index=15&feature=plpp_video

– Emilio Molinari – Forum Nazionale Movimenti Acqua
– considera questa manovra politicamente molto grave, perchè dichiarata da Tabacci/Fassino/
Passera come una decisione acquisita senza che il Consiglio Comunale di Milano abbia mai discusso. L’ambiguità del Sindaco Pisapia che lascia intendere senza voler aprire un dibattito con la cittadinanza. Eppure lo slogan della campagna elettorale era “Democrazia partecipata”. ancora più grave è l’esautoramento dei comuni dal potere/dovere del governo della cosa pubblica, dei servizi primari per i propri cittadini: energia, rifiuti, acqua, …
E infine, quelle dichiarazioni di politica imprenditoriale – Tabacci/Fassino/Passera – che vedono questa Multiutility come la grande impresa capace di concorrere sul mercato per fare utili (= speculare finanziariamente) non rispondono all’esigenza di amministrazione per i quali i cittadini li incaricano di gestire i servizi primari, che per loro corrisponde con le tariffe e le tasse.

http://www.youtube.com/watch?
v=tLQ94iz58yI&list=PLA3A565BF18555C39&index=16&feature=plpp_video

http://www.youtube.com/watch?
v=O8VZNwFK1zk&list=PLA3A565BF18555C39&index=17&feature=plpp_video

PLAYLIST INTEGRALE: http://www.youtube.com/playlist?list=PLA3A565BF18555C39

Conferenza organizzata dai Gruppi Consiliari: Sinistra per Pisapia, Movimento Cinque Stelle.
In collaborazione con: Comitato Milanese Acquapubblica, Comitato Italiano Contratto
Mondiale sull’Acqua Onlus, Associazione Energia Felice-Milano, Intergas, Adesso BASTA.

Per maggiori informazioni:

ARTICOLI http://www.altreconomia.it/site/fr_contenuto_detail.php?intId=3463

http://www.sbilanciamoci.info/layout/set/print/Sezioni/italie/Multiutility-se-il-sindaco-diventa-finanziere-13686

http://www.acquabenecomune.org/raccoltafirme/index.php?
option=com_petitions&view=petition&id=184&Itemid=111

http://www.acquabenecomune.org/raccoltafirme/index.php?
option=com_content&view=article&id=1504%3Amilano-0506-dibattito-pubblico-sulla-multiutility-del-nord&catid=163%3Anotizie-flash

http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/milano/2012/04/acqua-e-rifiuti-verso-la-multiutility-del-nord-superdebitpower-1.html

 

Ileana Bego
Con i miei più sentiti ringraziamenti al gruppo Milano5 stelle, Comitato Acqua Pubblica Milano, al consigliere Basilio Rizzo e a tutti i promotori dell’iniziativa