STOP AL CONSUMO DI TERRITORIO NEL PARCO AGRICOLO

Avevo deciso di inaugurare il blog scrivendo della prima riunione del gruppo di attivisti 5 STELLE di Trezzano, purtroppo l’attualità incombe con notizie di importanza cogente  e per questo devo scrivere qualcosa sull’ultima delibera inerente il PARCO AGRICOLO.

In data  15 giugno si sono riuniti i Sindaci del Parco Agricolo e hanno deliberato a favore di nuovi 100.000 mq di stralcio dall’area protetta del  Parco Agricolo , da edificare come industriale, dopo i 50.000 di tre mesi fa, in  località Vignate: “ un’area di territorio pregiato del Parco sarà cementificato per consentire a Sogemar, azienda logistica, di estendere la sua attività nel Parco Agricolo, pur avendo la possibilità di utilizzare strutture logistiche a pochi km di distanza, nel comune di Segrate, dove vi è un mega interporto cronicamente sottoutilizzato.”

Appare una mera motivazione di mercato andare a incenerire altri metri quadri di “verde” per realizzare impianti che potevano meglio essere collocati altrove, senza sprecare territorio e riutilizzando aree industriali esistenti.

Interporto di Segrate
Il  comitato cittadino “Occhi Aperti” scrive la sua richiesta petizione al Sindaco di Rozzano in una lettera aperta (*)
L’associazione del Parco Sud ci invitava a partecipare al presidio davanti a Palazzo Isimbardi, per mostrare opposizione all’assenso dei SIndaci a questo “stralcio”(*). Appare evidente che i numerosi comitati e associazioni chiedevano di rispettare le aree protette del Parco, che per questo è stato istituito.

So bene che può sembrare tanto lontana Vignate, ma abbiamo una responsabilità collettiva nella conservazione e valorizzazione del tessuto agricolo del Parco Sud al quale apparteniamo.

E il documento che reca la firma dell’associazione Parco Sud è chiaro: come fidarsi delle dichiarazioni programmatiche, se la conferenza dei SIndaci del parco procede a stralci dal “documento di intenti programmatici” ? (**)

Il fatto inconfutabile è questo: Lo spazio non è infinito, è il tempo ad essere infinito.

Se le amministrazioni considerano lo spazio infinito, prima o poi lo consumeranno, senza rendersi conto che dalla cementificazione non esiste ritorno.(è un fatto: la cementificazione rende sterili i terreni, per sempre…. )

Riutilizzare tutte le aree dismesse basterebbe in abbondanza a fornire spazi per lo sviluppo delle nostre aree; i nostri Comuni  hanno visto tempi di grande sviluppo, dagli anni ’70,  ora in decrescita, e contiamo  fin troppe aree dismesse, che per l’agricoltura e il verde pubblico sono inutilizzabili.
Razionalizzare queste aree è una priorità, non delocalizzando, e anche bonificando quando gli spetta,  responsabilizzando l’impresa perché produca in maniera sostenibile in armonia con l’esigenza di un territorio vivibile per tutti, dai lavoratori ai cittadini, e – perché no- rendendo le aziende soggetti organici al substrato a cui appartengono.

Molti partiti hanno promesso uno stop al consumo di territorio, ma in realtà non sappiamo quante volte mettano in atto questa promessa (quasi mai, mi sembra di osservare pessimisticamente). Sembra che il partito del Cemento sia , ora più che mai , TRASVERSALE.

http://www.assparcosud.org/17-istituzioni/istituzioni-parco/73-il-pd-si-allea-con-il-pdl.html

Questa delibera inerente le aree di Vignate indigna quanti hanno creduto nella rivoluzione arancione di Pisapia, e non manca di esprimersi Domenico Finiguerra, persona che è riuscita a mostrare sempre  coerenza tra  parole e  fatti, per cui Domenico è un “diverso” nel panorama della politica locale,alla cui diversità ci  ispiriamo e con cui solidarizziamo. Domenico afferma che i fatti dimostrano che non è “grillismo” constatare che PD e PDL , e i loro coalizzandi , si comportano nella stessa maniera.

http://domenicofiniguerra.it/2012/06/19/pdl-pd-e-pisapia/

Mentre si vantano della tutela del territorio in questo piano provinciale :

http://www.blogdem.it/milano/2012/06/19/parco-sud-pd-si-al-binario-di-vignate-dora-in-poi-serve-progetto-complessivo/

E quelli dell’altro “fronte” infatti,  pur non promettendo nulla di tutto questo,nelle persone degli esponenti del Partito delle Libertà,  come  si sono  espressi  in questa delibera?

Per onor di  completezza di informazione,, il Sindaco di Trezzano Sul Naviglio era presente
http://temi.provincia.milano.it/albopretoriool/doc_ap/964830044_Variante%20Vignate%20Ass.%20Sindaci%2015%20giugno%202012.PDF
Esito votazioni
VOTAZIONI DEI SINDACI
Insomma, il Sindaco di Trezzano, l’avv.  Tomasino,  ha votato  favorevole alla cementificazione di 100.000 mq nuovi a Vignate: tutto qui.(?!)

Se n’è discusso? Io forse ho perso la seduta di consiglio comunale dove se ne è parlato ….(mea culpa) . Se mi sbaglio, perdonatemi, ma sembra una posizione presa in solitudine e, al massimo , coi dirigenti del suo partito . Cosa non illegittima , ma – per noi , cittadini e “spettatori” – al di fuori delle logiche che perseguiamo come 5 Stelle e -altresì- al di fuori dei canoni della democrazia rappresentativa: eleggere un sindaco significa eleggere un rappresentante nelle istituzioni che –almeno- si confronti nel consesso democratico in cui è inserita la sua carica (La Giunta e Il Consiglio Comunale).

Sta di fatto che mi sembrava importante farvi conoscere le sue iniziative “fuori porta”.

Una cosa appare assai strana, ed è  questa dichiarazione della Provincia, di cui accennavo sopra
http://www.assesempione.info/newstitoli/1-ultime/21322-territoriola-provincia-di-milano-adotta-il-nuovo-ptcp.html

Come si può mettere in programma un atto (il nuovo Pctp) che dice “Azzeramento del consumo di suolo – Secondo i dati Legambiente in soli 8 anni, tra il 1999 e il 2007, il suolo urbanizzato è aumentato di quasi 60 kmq, ossia, una superficie equivalente a quella occupata da ben 5.500 campi da calcio. La Provincia, con un consumo di suolo che tenderà allo 0%, interrompe, pertanto, il trend degli ultimi anni, incentivando il recupero delle aree dismesse e degradate.”

e poi ammettere stralci deliberati caso per caso con maggioranze bulgare dai Sindaci?

Le conferenze dei Sindaci,  poi, non erano un modo di avvicinare le decisioni degli enti inter- e sovra-territoriali ai cittadini , mediante istituti intermedi assembleari – secondo i canoni della democrazia rappresentativa-,  riconferendo parti di sovranità alle comunità ?

Come si manifesta tutto ciò, se i Sindaci decidono in totale autonomia, o in solo accordo con le linee guida dei rispettivi Partiti e coalizioni?

D’ora in poi potremmo inaugurare una rubrica : “scova le differenze” (che a volte potrebbe anche tradursi in “scova le incongruenze”, molto utili per capire chi la racconta in maniera truffaldina)

 

Note : *

La Lettera di “Occhi Aperti” Al Sindaco di Rozzano: https://www.facebook.com/notes/comitato-cittadino-di-rozzano-occhi-aperti/lettera-aperta-al-sindaco-di-rozzano-vota-no-allo-smantellamento-di-100000-mq-di/421643514547614

Presidio di fronte a Palazzo Isimbardi contro la delibera positiva: http://www.meetup.com/grilli-del-parco-sud/events/68480592/

Leggi il documento dell’associazione Parco Sud sullo stralcio di Vignate : http://www.sionomagazine.com/2012/06/parco-sud-dura-polemica-sullo-stralcio.html

BAD NEWS: http://www.ilvostro.it/video/in-pericolo-lultima-cascina-attiva-a-milano/

 

GOOD NEWS :

Rozzano: http://www.sionomagazine.com/2012/06/rozzano-davolio-dice-no-alla-discarica.html

Locate:http://www.ilgiorno.it/sudmilano/cronaca/2012/06/17/730241-sudmilano-locate-triulzi-outlet-megastore-chiusura-societa.shtml

Una sola osservazione, avete mai notato come tengono le aree antistanti e adiacenti i nostri megastore e supermercati? Notate qualche differenza con le aree antistanti altri negozi tenuti da proprietari locali? Come mai nessuna amministrazione responsabilizza i dirigenti di esercizi locali facenti parte di Grandi Catene e/o Multinazionali dal rispettare il territorio in cui interagiscono? (questo del mantenimento delle aree di pertinenza è solo un assaggio, parleremo del “peggio” poi….)

alert: 

 

il 9 settembre scade il termine per presentare le osservazioni al PCTP 
 
 
 
ho trovato la notizia sulla pagina di Salviamo il Paesaggio Milano che vi consiglio : https://www.facebook.com/SalviamoIlPaesaggioMilano
 
 
 I materiali che compongono il Ptcp della Provincia sono consultabili e scaricabili al seguente  link http://www.provincia.mi.it/pianificazione_territoriale/piano_territoriale/Adeguamento_in_corso/PTCP_adeguato_LR12.html
 
Per le modalità di inoltro delle osservazioni, consultate pagina 95 del seguente link: