Amianto

Meno del 2% dell’#amianto presente ancora in Italia è stato bonificato. Ci sono ancora 32 milioni di tonnellate di amianto friabile sui nostri tetti, nelle scuole, nelle fabbriche, negli ospedali. E il numero di vittime che continua ad aumentare: stiamo arrivando al picco e sonoalmeno 5mila le vittime ogni anno delle malattie asbesto correlate.

“Il piano nazionale amianto del Governo deve ancora essere approvato dalla Conferenza Stato/regioni ed è bloccato al Ministero dell’economia e delle finanze per la mancanza di coperture”, hanno sostenuto in una risoluzione i deputati del Movimento 5 Stelle della Commissione Ambiente della Camera.

Per fare il punto sull’emergenza e per presentare un nuovo piano amianto, proposto dall’Osservatorio nazionale amianto, ci sarà una conferenza stampa giovedì alle 11 presso la sala stampa della Camera (via della Missione 4)

“Bisogna mirare di più alla prevenzione, alla ricerca scientifica, alla interdizione dei crimini ambientali lesivi della dignità e dell’incolumità della persona, e che attraverso la valorizzazione delle associazioni e delle autonomie locali possa permettere di affrontare e risolvere questo enorme problema”.

Il Movimento 5 Stelle e l’Osservatorio amianto organizzano la conferenza stampa anche per aggiornare il quadro della situazione, in vista del 28 aprile, giornata nazionale delle vittime dell’amianto. Nell’occasione sarà presentato il piano nazionale amianto dell’#Ona: un portale dove i cittadini potranno denunciare, anche in forma anonima, l’amianto rilevato sul territorio.

Oltre ai deputati pentastellati sarà presente l’avvocato Ezio Bonanni, presidente dell’Osservatorio nazionale Amianto.

 

M5S Commissione Ambiente, Territorio e lavori pubblici

Fonte